Perle del Salento © 2013 | Disclaimer

lu sule, lu mare, lu vientu

Castrignano del Capo

L'illuminazione interna della chiesa è naturale ed è assicurata dall'apertura di tre finestroni, posti sui lati di transito del sole: sud, est, ovest ad una altezza di circa 6 metri dal pavimento (uno sterrato battuto).

Adiacente alla chiesa c'è un vano, piuttosto cadente, che in passato era adibito ad alloggio per i pellegrini, soprattutto nei periodi giubilari. La chiesa, infatti, per diverso tempo fu meta molto ambita dei fedeli, che chiedevano grazie alla Vergine.


La Chiesa di S. Giuseppe

Dista da Leuca circa 1 km ed è ubicata nella zona centrale del territorio comunale, circa 500 mt a nord-ovest della Chiesa della Madonna de le Rasce, nei pressi della torre de "li Capatali".


Fu voluta ed iniziata dai frati Romiti calabresi Fra Tommaso e Fra Giacomo nel 1620. Quando ancora, però, i lavori non erano terminati, sopravvennero nel 1624 le galere degli Algerini e i Romiti impauriti fuggirono. Fu poi continuata e compiuta dalla pietà degli abitanti di Castrignano e Salignano con l'aggiunta di un ospizio. Nel 1682 un cittadino di Salignano, un certo Francesco Lacca (detto Papa Cicco) vi fondò due benefici andati poi distrutti.

Di stile prettamente barocco, la chiesetta ha una struttura ad unica navata che va dal portale d'ingresso fino all'altare, quest'ultimo è situato nell'unica campata ad arco a tutto sesto, arricchito con rilievi floreali e rosoni. L'altare presenta ornamenti decorativi e fiori geometrici ed è sovrastato da una pittura di S. Giuseppe.Anticamente vi era anche una tela di S. Domenico di Aniello Letizia, che è stata poi trafugata.