Perle del Salento © 2013 | Disclaimer

lu sule, lu mare, lu vientu

Castrignano del Capo

La Masseria Palamita, edificata intorno ad una torre di difesa del secolo XVI; il complesso masserizio è stato di recente trasformato in dimora stagionale; versa in uno stato di conservazione buono, è visitabile. Il Palazzo Fersini edificato nel secolo XVII, è ubicato lungo il perimetro murario di Borgo Terra; presenta un prospetto sobrio e versa in uno stato di conservazione pessimo, non è fruibile.


Il Palazzo Muzi edificato tra la fine del secolo XVIII e i primi del XIX, è ubicato nel nucleo antico di Piazza San Nicola. Trattasi di una elegante e signorile dimora, senza dubbio uno dei più bei palazzi del paese costruito lungo le sue mura di cinta, a lato dell’altrettanto famoso palazzo Fersini (progettato nel 1460 dall'architetto leccese Montanaro) e di borgo Terra.

Dell' epoca rimangono, ancora ben conservate, una cortina in muratura a pendenti o  pettu de picciune  e di fronte ad essa una gettarola, dalla quale si lanciavano pietre ed olio bollente per difendersi dagli attacchi dei pirati barbareschi che, provenienti dalle basi nord africane di Algeri, Biserta, Tripoli e Tunisi a bordo di galere e delle più agili fuste, frequentemente sbarcavano a Leuca e saccheggiavano il nostro territorio.


Per oltre due secoli fu la dimora della famiglia Trani con asserite ascendenze nobiliari, col presunto diritto di asilo spettante al reo che avesse bussato al portone di questo splendido e sobrio palazzo.

L' atrio del cortile, a grandi conci di calcare (chianche), nella sua parte iniziale è ricoperto da un'ampia volta, utile nei giorni di pioggia per ripararsi all' arrivo al palazzo. In origine, infatti, ai lati del Sapportu vi erano due ingressi secondari, poi murati.